Paola Barbato

Paola Barbato

Paola Barbato

Domenica 1 dicembre | 18:30 | Centro Culturale Candiani – Auditorium

Incontro con ALICE BASSO, BARBARA BARALDI e PAOLA BARBATO

Con Simonetta Nardi e le letture di Voci di Carta

Biografia

Paola Barbato, classe 1971, milanese di nascita, bresciana d’adozione, prestata a Verona dove vive con il compagno, tre figlie e tre cani. Scrittrice e sceneggiatrice di fumetti, tra cui Dylan Dog di cui è la stata la prima sceneggiatrice donna, ha pubblicato tre romanzi thriller per Rizzoli,Bilico, Mani nude (vincitore del Premio Scerbanenco), Il filo rosso. Ha scritto il soggetto e co-sceneggiato per la Filmmaster la fiction Nel nome del male, con Fabrizio Bentivoglio, per la regia di Alex Infascelli. Nel mese di settembre 2016 ha pubblicato su Wattpad il romanzo Non ti faccio niente, riscuotendo grande successo tra gli utenti con oltre 160.000 visualizzazioni per poi arrivare in libreria per Piemme nel 2017. Nel corso dell’ultima edizione del Lucca Comics & Games si è aggiudicata il premio Gran Guinigi per Miglior Serie con Ut (Sergio Bonelli Editore) illustrato da Corrado Roi.

Immagina di risvegliarti da una notte agitata, senza sogni, e di ritrovarti sdraiata, nuda, intorno a te solo un buio spesso a cui lentamente lo sguardo si abitua. Cominci a intravedere delle sbarre alla tua destra. Non può che essere un incubo, al risveglio sarai nella tua stanza, avvolta nelle soffici lenzuola di casa e la vita riprenderà come prima. Questo non è ciò che accade ad Anna, che in quella gabbia, tra quelle sbarre, in un capannone pieno di gabbie simili alla sua e di persone come lei, si risveglia per davvero. Sarà una lotta per la sopravvivenza contro chiunque l’abbia presa, una guerra nella quale Anna non avrà altre armi che la sua nudità e la sua rabbia per combattere chi detiene il potere, qualcuno che nessuno ha mai visto, ma la cui presenza si avverte in ogni centimetro di quel luogo spaventoso, di giorno e di notte.